You are currently viewing COMUNICATO STAMPA N°1

COMUNICATO STAMPA N°1

Il Comitato Referendum Sì Aboliamo la Caccia comunica che il referendum che propone vuole abrogare alcuni articoli della legge 157/92 che permetteranno, se il referendum avrà successo, di vietare la caccia su tutto il territorio nazionale.

          Si evidenzia che i quesiti proposti del testo che verrà depositato a breve alla Corte di Cassazione, sono stati redatti da un gruppo di lavoro di esperti costituzionalisti, avvocati, universitari, e che sono stati analizzate dettagliatamente ogni singolo paragrafo, per poter essere considerati legittimi dalle Commissioni delle Istituzioni che dovranno esprimersi nel corso dell’iter procedurale previsto.

          Il Comitato si dissocia dalla proposta di referendum presentata in modo frettoloso dal movimento politico Ora, del sig. De Salvo, che, dopo aver fatto parte per alcuni mesi dello scorso inverno del nostro gruppo di lavoro, inaspettatamente ha deciso, senza alcun preavviso, di uscire dal nostro Comitato e presentare e pubblicare i suoi referendum.

          Premesso che ciascun cittadino è libero di operare ed attivarsi come meglio crede, e lasciando da parte i comportamenti arbitrari e scorretti, il testo dei referendum promossi, in particolare quello per l’abolizione della caccia, prevede l’abrogazione dell’intera legge 157/92, che era stata promulgata proprio per limitare le specie cacciabili, dopodichè era stato depositato un ulteriore richiesta di referendum in cui si chiedeva la modifica della legge 157/92 e un altro in cui si richiedeva l’abolizione dell’art. 842 c.c., entrambi referendum, però, non prevedono l’abolizione della caccia ma solo delle restrizioni.

          Pertanto appare assai improbabile che le Commissioni preposte alla valutazione della liceità del testo referendario lo possano approvare. Inoltre l’abrogazione di un’intera legge lascerebbe un vuoto legislativo pericoloso per chi potrebbe speculare sull’assenza di regole e normative certe per le limitazioni alla caccia.

          In effetti ci sono state molte reazioni anche divertite da parte delle associazioni venatorie, che hanno persino proposto di promuovere tale infausto testo referendario per poter cancellare la succitata legge 157/92 e poter avere maggiori libertà per cacciare tutto l’anno senza limiti e senza controlli.

          Il nostro obiettivo è quello di abolire definitivamente la caccia e non accettare restrizioni che continuerebbero a legalizzare questa brutale pratica per cui il nostro testo è stato accuratamente studiato per ottenere concretamente l’obiettivo di cancellare la pratica cruenta e violenta della caccia, per una reale evoluzione del progresso morale, civile e sociale della nostra Comunità, per educare i giovani e le famiglie a contrastare ogni tipo di violenza, per impedire ad alcune migliaia di cacciatori affamati di violenza di potersi sentire i padroni assoluti, liberi di uccidere, liberi di circolare in territori privati, liberi di torturare uccelli in gabbia per attirare i loro simili e fucilarli, liberi di inquinare l’ambiente con centinaia di migliaia di bossoli abbandonati incustoditi sul terreno ogni anno, liberi di uccidere per errore esseri umani, senza alcuna responsabilità penale seria ed alcuna conseguenza punitiva a causa della mancanza di un’adeguata legge sull’omicidio venatorio, liberi di educare i propri figli alla violenza senza alcun rispetto per le forme di vita più deboli, senza voce.

          Pertanto il Comitato Referendum Sì Aboliamo la Caccia si dissocia totalmente dall’iniziativa referendaria del sig. De Salvo. Molte attiviste e attivisti che lottano per i diritti di tutti gli animali, hanno appoggiato tale iniziativa senza  approfondire accuratamente i testi dei suoi referendum, assolutamente improponibili e deficitari.

          Sarà cura del Comitato informare per tempo tutti i cittadini, associazioni, giornalisti, media e rappresentanti della politica, per conoscere la data della conferenza stampa di presentazione del Referendum Sì Aboliamo La Caccia.

Varallo  28\04\2021  

                              Comitato Referendum Sì Aboliamo La Caccia     

Questo articolo ha 9 commenti.

  1. Rosanna

    Basta caccia!!!!!!!!!

  2. Beatrice

    Ottimo
    Spero che dopo si passi anche all’abolizione della pesca.

    1. Cynthia Maria Mazza

      No alla caccia . Per sempre

  3. Aniello

    “Bisogna cancellare la pratica cruenta e violenta della caccia, per una reale evoluzione del progresso morale, civile e sociale della nostra Comunità, per educare i giovani e le famiglie a contrastare ogni tipo di violenza, per impedire ad alcune migliaia di cacciatori affamati di violenza di potersi sentire i padroni assoluti, liberi di uccidere, liberi di circolare in territori privati, liberi di torturare uccelli in gabbia per attirare i loro simili e fucilarli, liberi di inquinare l’ambiente con centinaia di migliaia di bossoli abbandonati incustoditi sul terreno ogni anno, liberi di uccidere per errore esseri umani, senza alcuna responsabilità penale seria ed alcuna conseguenza punitiva a causa della mancanza di un’adeguata legge sull’omicidio venatorio, liberi di educare i propri figli alla violenza senza alcun rispetto per le forme di vita più deboli, senza voce.”

  4. Antonella Mura

    ABOLIAMO LA CACCIA…LO SPORT PIÙ CRUDELE CHE ESISTA…..

  5. Patti Coll

    Grazie per queste spiegazioni molto importanti
    Credo sia l’ultima occasione che abbiamo per salvare la flora e la fauna del nostro territorio
    Non si puó sbagliare
    Si deve solo vincere

  6. Luigi Perfetto

    Abolirla definitivamente!

  7. Silvia Alessandra Giummo

    La caccia ad oggi non ha alcun senso di sopravvivenza.. Ha al contrario un effetto deleterio sull’educazione sentimentale e comportamentale di molti !

  8. Nicoletta Salvatori

    Perfetto era ora

Lascia un commento